Firenze è una città incredibile per tantissimi motivi. Unica per il suo profilo storico, principalmente per la storia rinascimentale, per l’arte e per le personalità che un tempo l’hanno abitata, la città toscana è il posto perfetto per chi vuole immergersi in un panorama che ha qualcosa di diverso da offrire ad ogni angolo. Ma Firenze non è una città fantastica soltanto dal punto di vista storico e artistico, ma anche dal punto di vista culinario! La Toscana presenta alcuni dei sapori migliori d’Italia, la maggior parte dei quali è possibile trovare nella grande città. Se hai voglia di scoprire cosa assaggiare quando a Firenze, continua a leggere!

E se vuoi regalare alla tua dolce metá un viaggio a Firenze, approfitta delle centinaia di offerte e pacchetti viaggio messi a disposizione per te da Smartbox!

-Bistecca alla Fiorentina

La bistecca alla Fiorentina (o bistecca di Chianina) è una delle specialità della Toscana, proveniente particolarmente dalla zona della Val di Chiana. La bistecca è cotta sui carboni, condita con sale e pepe nero e olio d’oliva subito dopo essere stata tolta dai carboni. Molti chef consigliano di assaggiare la carne al sangue, in modo da poterne davvero assaporare la tenerezza.

-Ribollita

La ribollita è un classico della cucina Fiorentina, una zuppa di fagioli cannellini, pomodori, cavolo, verdura di stagione e pane vecchio, un tempo preparata dalle famiglie più povere per poi divenire parte della cultura popolare.  Può essere spesso anche servita all’interno di una pagnotta.

– Lampredotto

Questo piatto deriva dalla storia medievale della città di Firenze. Pasto comune del popolo, il lampredotto è un panino con all’interno una striscia sottile di trippa bollita nel brodo, speziata e poi servita tra le due fette di pane arrostito. Può essere ordinato con della salsa piccante o salsa alle erbe dai camioncini che vendono cibo da strada nelle strade della città.   

-Schiacciata alla fiorentina

La schiacciata è una torta piatta e larga cosparsa di zucchero a velo, di solito realizzata durante il periodo del carnevale. La forma è rettangolare, la consistenza morbida ed è facile identificarla dal giglio solitamente disegnato con il cacao su di essa.